Benvenuti in Puglia!

Trulliapuliarent è il sito dedicato ad una passione lunga 38 anni, in cui l’attenzione per le bellezze della mia terra e un desiderio innato di valorizzarne l’enogastronomia e il turismo hanno trovato la giusta consacrazione in questa casa per vacanze.  Il mio duplice intento è quello di offrire una romantica vacanza nei trulli ed un piacevole ricordo di questa terra ricca di sfumature.   La cordialità che riceverete sarà proporzionale alla cura e alle attenzioni che vorrete riporre nel soggiornare in queste dimore situate tra Alberobello e prossimamente a Martina Franca cui ho dedicato affetto, molto tempo, entusiasmo e che è valso anche il riconoscimento in un video-servizio della stampa nazionale sul sito http://www.notizienazionali.net/notizie/attualita/11389/rotolando-verso-sud–alla-scoperta-di-alberobello

           

     

“…….Quella di Alberobello è la fiaba di come la necessità si trasforma in virtù.
Costruire un edificio senza malta fu un problema che ha richiesto una soluzione e l’invenzione adottata ha creato la forma tradizionale del trullo. Un limite che si è trasformato in pregio ed è divenuto carattere.
E noi, lo sappiamo costruire il trullo della nostra vita? Se considerassimo le difficoltà in modo diverso, potremmo pensare che la mancanza, in realtà, produce una necessità, la necessità genera un problema, il problema stimola un pensiero e dal pensiero nascono le idee….Quel che ora non c’è non è un difetto, è solo lo spazio per il capolavoro che verrà….”         cit. Dario Vergassola (in “Sei in un paese meraviglioso” SKY ARTE) e su suggerimento di Chimienti Mario (artista autodidatta nato a Taranto il 14/01/1974  Instagram  mario.chm74)
 

        

      IL TRULLO DELL’ANTICA FILERIA risale ai primi anni dell’800 ed e’ situato in via Monte Grappa 18 a ridosso della zona monumentale e della cattedrale di Alberobello, di cui e’ possibile ammirare i due campanili illuminati a tarda sera dalla stessa mansarda dell’abitazione, data la favorevole e vicina posizione rispetto al santuario. Si compone di una raffinata e pregevole Dimora oltre che di una piccola e caratteristica Fileria.              Solo la cittadina di Alberobello ha, nei suoi trulli, dei monumenti nazionali dichiarati dall’UNESCO patrimonio mondiale dell’umanità ed è stata insignita della Bandiera arancione del Touring Club Italiano per l’armonia e l’omogeneità architettonica dei rioni Monti e Aia Piccola oltre al valore, alla fruibilità e alla varietà delle risorse storico-culturali.

       

 IL Trullo “AEQUILIBRIUM”, in fase di realizzazione, sorge, invece, tra le incantevoli campagne delle valle d’Itria con distese di ulivi, mandorli e ciliegi in perfetto “equilibrio” con una fascinosa macchia boschiva che separa il territorio di Alberobello da quello di Noci e Martina Franca. Completamente immerso nel verde della natura incontaminata a soli 9 km dal centro di Alberobello e 2 km dal borgo di Martina Franca, il trullo con la sua lamia vi accoglierà per trascorrere dei giorni in assoluto relax accompagnato esclusivamente dai profumi e dalle melodie della natura circostante. Percorrendo il viale di accesso è già possibile ammirare un ulivo secolare che si snoda verso l’alto, poco a destra, quasi ad indicare l’uscio della dimora in pietra. Tutt’intorno, invece, su leggere curve collinari, potrete farvi catturare da un giovane e variegato uliveto o da piccoli e leggiadri alberelli allineati a formare un delizioso frutteto.

Il senso di familiarità che troverete nel soggiornare in questi luoghi deriva dalle stesse origini date al nome del trullo. Il termine trullo deriva dalla parola greca “trullos” che significa “cupola” ma il nomignolo con cui venivano chiamate queste costruzioni a secco, nell’Altosalento e in tutta la Murgia, era  semplicemente “casedda“,  letteralmente piccola casa, una modesta ma confortevole casa costruita dai contadini che, con sagacia, utilizzavano la materia prima più abbondante qui da noi: la pietra calcarea.  Il nostro è un terreno carsico con un sottile strato di terra rossa. Apulia petrosa, così veniva chiamata in tempi antichi l’odierna Puglia e il riferimento era proprio a quella zona della Puglia centro meridionale oggi a cavallo fra le province di Bari, Taranto e Brindisi  dove si è sviluppata quella civiltà contadina che ha modificato (con tanto sudore e sacrifici), una terra non  adatta a colture agricole redditizie. Così che il contadino sceglieva il posto dove costruire il trullo, in genere nella parte più rocciosa meno adatta alle coltivazioni, poi dissodava e plasmava il terreno eliminando la roccia affiorante che veniva utilizzata per la costruzione della base del trullo e dei muretti a secco.  Dalla roccia calcarea spesso a strati facilmente divisibili in lastre si ricavavano le chiancarelle (pietre calcaree piatte) che, posate a secco (senza utilizzo di malta) l’una sull’altra si elevavano in cerchi concentrici che man mano si restringevano fino a chiudere la volta conica. Diverse forme di pinnacoli chiudono il vertice del trullo: croci, stelle, sfere e altri simboli dal significato cristiano o scaramantico.  Per la pavimentazione del trullo si utilizzavano lastre sottili di pietra calcarea sapientemente levigate: le chianche.  Ed ecco che il laborioso e inventivo lavoro dei contadini ha prodotto questo nostro paesaggio: terreni geometricamente divisi dai muretti a secco, uliveti ,vigneti, mandorli, frutteti e… una miriade di trulli (se ne contano a migliaia per la maggior parte utilizzati e in buono stato di conservazione).

 

 

4 pensieri su “Benvenuti in Puglia!

  1. Non ci saremo mai aspettati cosi tanto dal vostro trullo. Un trullo semplicemente incantevole in tutti i suoi aspetti; pulito, confortevole, accogliente e sicuramente rifinito in tutti i suoi aspetti, complimenti !
    Abbiamo trascorso 3 giorni in totale relax e magia proprio quello che volevamo !!!
    Peccato sia durato troppo poco !
    Il proprietario Sebastiano e la signora Valeria sono stati molto gentili e disponibili in tutto. Grazie ancora di tutto.
    Ci piacerebbe ritornare proprio li dove la vacanza è stata magnifica.
    Un abbraccio grande.
    Francesca e Gabriele

  2. Vorrei condividere con voi che leggete le emozioni che hanno destato in noi, che vi abbiamo soggiornato, il trullo dell antica fileria. Ci è parso subito chiaro che non eravamo semplici ospiti di un oggetto commerciale , ma fortunati fruitori di un attento recupero, di unl luogo magico in cui ogni oggetto svelava l amore per la cultura del trullo. Questa accoglienza ci ha reso veramente felici e speriamo di poter tornare al più presto da voi.
    Grazie
    Alberto e Liana

  3. Dear Sébastien,
    Thann you vert much for your welcom ans disponibily. The attentions for breakfast are appréciable.
    Your trullo is really clean, confortable and wel located near city centre
    We really recommandé your trullo for a stay in Puglia.
    Best regards
    Patricia, Philippe, Nathalie, Bruno

  4. Semplicemente meraviglioso…. Trullo spettacolare! Siamo stati super bene…. Un grazie speciale va a Sebastiano che ci ha accolti come se ci conoscesse da sempre, una persona meravigliosa e disponibilissima!Speriamo di poter tornare presto!
    Emanuele e Maria Elena

Rispondi a Emanuele Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *